Ancora nessuna risposta dai giudici del Tribunale del Riesame di Roma ma il silenzio di questi giorni lascia pensare che i magistrati abbiano confermato l'impianto accusatorio nei confronti del 43enne, residente a Borgo San Michele, difeso dall'avvocato Guglielmo Raso che deve rispondere del riciclaggio di quattro suv della Land Rover che erano stati rubati. La misura restrittiva era stata firmata dal gip del Tribunale di Latina al termine dell'interrogatorio di convalida sulla scorta degli elementi che erano stati raccolti in fase di indagini da parte del personale della polizia stradale di Latina. L'inchiesta è condotta dal team della polizia giudiziaria della Sezione di Latina, impegnati in una complessa attività di verifica col supporto dei colleghi del distaccamento di Aprilia della Polstrada. I primi sospetti riguardano una altissima concentrazione di mezzi di lusso e in particolare Range Rover Su un'auto di Renzo Marchioro la polizia aveva trovato anche alcune targhe e poi chiavi elettroniche. Le successive indagini sui Range Rover avevano permesso di stabilire la provenienza illecita dei mezzi che poi venivano ripuliti con la sostituzione del telaio.