Avevano allestito una piccola serra per far crescere le piante di marijuana e, al fine di non dimenticare alcun passaggio nella coltivazione, avevano creato la "lavagna del fattore" con tanto di vademecum.

E' la storia di una famiglia di Pomezia, con padre, madre e due figli - tutti incensurati - che sono stati denunciati a piede libero per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

La scoperta è stata effettuata dai carabinieri della Stazione di Torvajanica - afferenti alla Compagnia di Pomezia guidata dal capitano Luca Ciravegna -: tutto è iniziato da un posto di controllo in via delle Orchidee, con il padre 63enne e il figlio minore, di 21 anni, che sono stati trovati in possesso di cinque grammi di hashish.

A quel punto, è scattata la perquisizione nella loro casa di Ardea, all'interno della quale sono stati trovati altri 40 grammi di "fumo" e 40 grammi di marijuana, oltre alla serra allestita nel ripostiglio. «Aperta la porta dello stanzino - spiegano dall'Arma pometina -, i militari si sono trovati di fronte una piccola serra di marijuana organizzata con lampade ultravioletti, umidificatori, sistema di irrigazione automatico. Appesa al muro era presente anche la 'lavagna del fattore', su cui erano indicati tutti i procedimenti necessari a far crescere rigogliose le piante di marijuana».

Tra l'altro, nella casa sono stati ritrovati anche fertilizzanti e concimi necessari per la mini coltivazione e un bilancino di precisione.