Tragedia sfiorata nella serata di lunedì scorso in un ristorante del centro storico di Terracina. Un uomo mentre era a cena ha rischiato letteralmente di soffocare. Un boccone insidioso gli ha causato crescenti difficoltà a respirare mentre era a tavola a cenare, e progressivamente lo ha privato del tutto dell'ossigeno, causandone la perdita di coscienza.
Grande lo spavento tra i clienti e il personale del locale, che ha immediatamente allertato il 118. Minuti cruciali quelli impiegati dal personale sanitario e infermieristico per raggiungere il luogo dell'incidente. Proprio l'arrivo in tempi rapidi dell'ambulanza e dell'auto medica di Terracina ha consentito di prendere in carico l'uom in tempo. Il 55enne è stato trovato a terra, privo di sensi per la prolungata assenza di ossigeno. I sanitari gli hanno applicato per circa 20 minuti la manovra di Heimlich, la rinomata tecnica di primo soccorso per rimuovere l'ostruzione delle vie aeree, che prende il nome dal medico che l'ha inventata, Henry Heimlich, nel 1974. Minuti interminabili, quelli serviti a liberare le vie aeree dell'uomo, che per fortuna a un certo punto ha ripreso a respirare e tornato cosciente, ed è immediatamente stato trasportato prima all'ospedale Fiorini di Terracina per i primi accertamenti, poi, per un'ulteriore precauzione trasferito dai medici del pronto soccorso all'ospedale Goretti di Latina per verificare che la prolungata mancanza di ossigeno non avesse causato danni all'organismo. Evenienza, quest'ultima, che a quanto pare non si è verificata.