Torna in libertà dopo l'arresto poiché trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina, una piccola quantità di hashish, materiale per il confezionamento e per il taglio dello stupefacente. Ieri la direttissima a carico di un 34enne di Fondi, chiamato a rispondere dell'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I fatti che gli vengono contestati risalgono al 17 giugno. I carabinieri della Tenenza ricevono una soffiata che indica l'uomo al centro di un'attività illecita svolta nei pressi di un'attività della Piana. Ed è lì che i militari dell'Arma lo trovano. Cercano di identificarlo, ma il 34enne, che è assistito dall'avvocato Giulio Mastrobattista, non ha il documento: «Posso andare a casa a prenderlo». A quel punto i carabinieri lo accompagnano e lo informano che di lì a poco avrebbero eseguito la perquisizione. Negativa quella personale, ma positiva invece quella domiciliare. I militari trovano e sequestrano 10 grammi di cocaina, 0,5 grammi di hashish, mannite, bilancino e materiale per il confezionamento. Per l'uomo scatta l'arresto.
Ieri l'udienza. Il pm ha chiesto i domiciliari, mentre il giudice non ha disposto alcuna misura rimettendolo in libertà. La difesa ha chiesto il giudizio abbreviato: in aula a novembre.