L'inizio della stagione estiva  ha visto i carabinieri del Nas di Latina  impegnati in attività ispettive che hanno riguardato night club, pub e ritrovi notturni della movida di alcune città del sud pontino. A Terracina, Fondi e Gaeta sono stati effettuati, nell'arco di un recente servizio notturno preordinato, complessivamente 7 controlli in quattro pub, due ristoranti ed a una rivendita di alimenti etnici. I militari del Nas hanno elevato sanzioni amministrative (a causa di riscontrate violazioni di natura igienico-sanitaria, di pulizia e manutenzione strutturale dei locali produttivi ispezionati e di mancato rispetto della normativa inerente la tracciabilità degli alimenti) per complessivi 9.000 euro. In particolare a Gaeta, con la collaborazione di personale ispettivo del servizio di prevenzione dell'Asl Latina, veniva chiusa immediatamente l'attività di un ristorante per gravi carenze igienico-strutturali della cucina, fino alla risoluzione delle carenze rilevate. Nel contempo, sempre nella stessa struttura ristorativa, gli ispettori del Nas procedevano al sequestro di  circa 50 chili di vari prodotti alimentari per i quali il ristoratore non era in grado di fornire alcuna documentazione o indicazione inerente l'origine e la provenienza ai fini della tracciabilità. Il valore degli alimenti sequestrati - destinati a sicura distruzione - e del ristorante chiuso  supera i 310.000 euro; le sanzioni amministrative erogate al  titolare ammonteranno ad un cifra complessiva pari a 2.500 euro.