Soccorso lampo nel pomeriggio di ieri a un bagnante a San Felice Circeo dove un uomo di 44 anni ha accusato un grave malore mentre era intento in attività di snorkeling. Avvisata la Guardia Costiera è partita la macchina dei soccorsi. Assunto il coordinamento dall'Ufficio Circondariale marittimo di Terracina Emilia Denaro, che ha brillantemente diretto la complessa operazione di soccorso, facendo imbarcare sotto la vigilanza dei militari della locale sede del Locamare, nel porto di San Felice Circeo, il personale medico del 118 a bordo della motovedetta CP 834, per consentire ai santari l'accesso al sito.

Difficile l'operazione, vista la peculiarità del tratto di mare caratterizzato da bassi fondali e presenza di scogli a picco sul mare, grande, infatti, è stata la perizia marinaresca, degli uomini della Guardia Costiera, dimostrata durante tutte le fasi del soccorso. Fondamentale, inoltre, l'ausilio della Guardia Costiera Ausiliaria con la sua moto d'acqua pilotata dal Gianluca Di Lorenzo che tramite barella pieghevole ha trasportato e trasbordato il malcapitato sulla motovedetta insieme agli uomini della Cooperativa Circeo I intervenuti sul posto in assistenza. Prestate le prime cure il bagnante è stato poi condotto a terra per il successivo invio presso il nosocomio di Terracina.