E' stato condannato a otto mesi di reclusione. E' questa la sentenza emessa dal giudice del Tribunale di Latina Beatrice Bernabei, nei confronti di un uomo E.V., difeso nel procedimento dall'avvocato Marco Reale che aveva aggredito alcuni poliziotti al culmine di un raptus di follia negli uffici della Questura di Latina. Per l'uomo erano scattate le manette con l'accusa di oltraggio, lesioni e minacce aggravate a pubblico ufficiale. Quello di ieri era un proseguo per direttissima e il difensore dell'imputato ha tentato di demolire il castello accusatorio. Scontato che una volta che saranno depositate le motivazioni, la difesa andrà in Appello. L'uomo era strattonato in città poco prima dell'arresto perché entrava in alcuni bar e consumava e poi cercava di pagare con carte di credito che non erano coperte. A fronte delle reazioni di alcuni commercianti aveva reagito con comportamenti aggressivi. Come in Questura, dov'era stato convocato per alcune notifiche.