Il cittadino di Aprilia che ha fatto irruzione in Consiglio comunale minacciando il sindaco Antonio Terra andrà incontro a una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Sarà questo l'epilogo della vicenda di venerdì scorso in aula consiliare, visto che per il reato in questione si procede d'ufficio e i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia - intervenuti sul posto - hanno già ascoltato il sindaco e inviato un'informativa in Procura. In queste ore le forze dell'ordine acquisiranno i filmati delle videocamere che riprendono i lavori del Consiglio comunale (per la diretta streaming) e in questi giorni sentiranno le persone che hanno assistito alla scena.
Le sincere scuse dell'uomo e dei suoi familiari, che hanno contattato alcuni consiglieri per invocare comprensione per lo scatto d'ira (l'uomo chiedeva la liquidazione di un sinistro stradale da parte dell'assicurazione del Comune), non sono servite a evitare il deferimento per interruzione di pubblico servizio ma probabilmente permetteranno di limitare i danni, visto che Antonio Terra e il consigliere Ilaria Iacoangeli non sembrano intenzionati a presentare querela per le offese ricevute.

(L'articolo completo sull'edizione odierna di Latina Oggi)