E' caccia all'auto pirata. Da ieri notte le forze dell'ordine sono alla ricerca di un veicolo, ancora non indentificato, che verso le 3.00 di ieri ha innescato un brutto incidente nei pressi del km 9 della SS 699 (ex NSA 255) dell'Abbazia di Fossanova. Per fortuna il bilancio del terrificante urto è stato solo di un ferito lieve ma, come detto, ciò è stato soltanto merito del fato visto che l'autista di uno dei due veicoli coinvolti, accortosi di cosa stava accadendo, ha provato ad evitarlo. E l'auto su cui viaggiava è di quelle veramente massicce.
Dopo aver chiuso il suo locale sotto Maenza, P.R., a bordo della sua Chrysler 300c, stava tornando a Sperlonga quando all'altezza del tutor ha visto sulla corsia opposta un'auto che, invece di seguire la strada e fare la curva, procedeva dritta verso di lui. Invano ha provato ad evitare l'impatto fino ad allargarsi urtando con il lato destro il guardrail.
L'altra auto però gli è arrivata contro, fiancata contro fiancata, evitando per un soffio il frontale. La botta è stata fragorosa, ma questa seconda auto, nonostante i danni riportati, dopo un breve stop, ha ripreso la strada e si è dileguata nel buio.
P.R., rimasto bloccato nell'abitacolo, non ha potuto fare altro se non attendere l'arrivo dei soccorsi. Ai Carabinieri di Sonnino e di Priverno ha raccontato l'accaduto aggiungendo che probabilmente si trattava di un'utilitaria Fiat.
A quel punto sono subito scattate le ricerche dell'auto pirata che si sono estese fino a Frosinone. Ricerche che però non hanno dato l'esito sperato dai militari dell'Arma e dell'automobilista vittima del "pirata".
Gli inquirenti, dal canto loro, sperano di trovare un aiuto dagli autovelox presenti in zona che, vista la velocità tenuta dal "pirata", potrebbero anche averlo immortalato.