Dalle 21 alle 6 del mattino successivo sarà impossibile passeggiare, sostare e accedere alle Grotte di Nerone e alla spiaggia compresa fra lo stabilimento balneare Lido di Nerone e l'Arco Muto.

E' questa la decisione resa nota oggi dal Comune di Anzio, presa direttamente dal sindaco Candido De Angelis a tutela dell'inestimabile patrimonio che si trova a ridosso del Parco archeologico della Villa Imperiale.

Tra l'altro, con i divieti è scattato anche l'avvio di un servizio di vigilanza notturna.

«E' un primo concreto passo per il controllo e la tutela di uno dei luoghi simbolo di Anzio - ha spiegato lo stesso sindaco, Candido De Angelis -, in passato oggetto di comportamenti incivili. Il prossimo anno, inoltre, durante la stagione estiva, anche l'accesso alla rinomata spiaggia sarà rigidamente regolamentato».