Girava in auto con delle pietre, che lanciava agli ignari automobilisti che lo sorpassavano in strada, per poi mettere in atto la cosiddetta "truffa dello specchietto rotto" ed estorcere 200 euro. E' stato fermato, identificato e denunciato dalla polizia stradale di Aprilia, nella tarda mattinata di ieri, un giovane che stava tentando di truffare diverse persone nella zona di Campoverde. I fatti sono avvenuti dopo che il distaccamento della polizia stradale, impegnata in alcuni controlli sulla Pontina, ha ricevuto diverse segnalazioni in merito ad una vettura bianca, una Renault, con un giovane a bordo. Il ragazzo è stato rintracciato poco dopo: si tratta di un italiano, R.F. classe 1990, con precedenti specifici di truffa proprio col metodo dello specchietto. Dopo un breve inseguimento, il ragazzo è stato fermato e seguito di perquisizione personale e del veicolo, veniva trovato in possesso delle pietre, che per l'appunto utilizzava per simulare l'incidente per estorcere denaro. Lo specchietto della sua vettura, naturalmente, era già rotto. Ogni truffa fruttava circa 200 euro. 
A seguito della denuncia, la polizia stradale lancia un appello a tutte quelle persone che hanno subito la truffa, affinché si rivolgano al distaccamento di polizia stradale di Aprilia.