E' stata la figlia della donna, dopo essersi ripresa dal grande dolore e dallo choc a presentarsi in Caserma per chiedere che gli inquirenti facciano chiarezza su quanto avvenuto una decina di giorni fa.
Una donna residente ad Aprilia, classe 1948, è deceduta dopo essere giunta al pronto soccorso della clinica Città di Aprilia lamentando forti dolori addominali. Dolori che aveva accusato anche nei giorni precedenti tanto da richiedere l'intervento del 118 per almeno due volte. Puntualmente l'ambulanza giunta a casa l'ha soccorsa e l'ha trasferita in clinica. Qui il personale medico l'ha sottoposta alle visite e ad una serie di esami che non avrebbero però riscontrato alcuna grave patologia e per due volte l'ha dovuta dimettere rimandandola a casa.
Lo scorso 18 luglio però, mentre la donna si trovava di nuovo presso la struttura di via delle Palme, la situazione è precipitata fino al decesso.