Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie. E' questa l'ordinanza emessa dalla polizia nei confronti di  S.S. di anni 58, raggiunto anche dalla misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare di 10 anni più giovane, collaboratrice domestica.
I comportamenti dell'uomo accertati dagli investigatori del Commissariato di Cisterna sono stati definiti nell'ordinanza cautelare "sistematicamente prevaricatori e gravemente maltrattanti", costituiti da insulti, percosse, sputi, distruzioni di effetti personali quali il cellulare della donna, di dieci anni più giovani, che si sono ripetuti nel tempo e causati dalla folle gelosia dell'uomo. L'ultima furibonda aggressione ha convinto la donna, aiutata dai figli maggiorenni, a far intervenire la Polizia. L'uomo era addirittura arrivato ad inondare la casa enormi quantità di vino, cospargendone anche le pareti, inseguendo la moglie per percuoterla e cercando di sfregiarla tirandole in faccia un bicchiere di vetro.  L'insostenibile tensione domestica ed il pericolo di più gravi conseguenze hanno portato all'emissione della misura cautelare, immediatamente eseguita dagli agenti del Commissariato di Cisterna.