Sarà una lunga notte, quella di oggi, 14 agosto 2019, per il litorale romano.

Da Villaggio Tognazzi a Nettuno, passando per Torvajanica, Marina di Ardea, Tor San Lorenzo, Lido dei Pini, Lavinio e Anzio, le spiagge libere saranno decisamente "invase" dai giovani, pronti ad accendere i suggestivi falò in riva al mare per festeggiare con il bagno di mezzanotte l'arrivo del Ferragosto.

Si tratta di una tradizione ormai consolidata, praticamente in tutta Italia, anche se l'accensione dei fuochi in spiaggia è tassativamente vietata dalle ordinanze balneari e, spesso, anche da altri provvedimenti emessi ad hoc dai sindaci proprio a ridosso di Ferragosto.
Di conseguenza, la presenza dei divieti porterà in spiaggia le forze dell'ordine e di polizia: già dalle prime ore di oggi, Guardia costiera e polizie locali dei quattro Comuni costieri di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno saranno impegnate per scongiurare accampamenti e preparazioni dei falò. Il grosso del lavoro, però, sarà quello di stasera, quando la mole di persone che si riverserà sugli arenili sarà davvero incalcolabile; in più, in ogni Comune ci sono degli eventi collaterali (vedi il concerto di Venditti ad Anzio o quello gratuito della Tatangelo a Nettuno, con annessa Notte bianca degli stabilimenti balneari e fuochi d'artificio a mezzanotte) che necessiteranno di sicurezza e controlli.

Di conseguenza, anche carabinieri, polizia di Stato, polizia stradale, Guardia di finanza e le protezioni civili saranno impegnati sul territorio, anche per contrastare l'abuso di alcol e l'utilizzo di sostanze stupefacenti, che spesso sono considerati strumenti di divertimento e sballo ma, purtroppo, a volte diventano anche un pericolo per sé e per gli altri.