Il primo colpo era sfumato ma lui era comunque tornato alla carica in piazza della Repubblica a Roma quando ha messo a segno una nuova rapina sempre ai danni di un negozio di ortofrutta gestito da alcuni stranieri. I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Roma Centro, hanno arrestato venerdì sera poco dopo le 22 un giovane della provincia di Latina accusato di aver preso di mira i titolari di due distinti chioschi di frutta e verdura. L'autore dei due episodi, nell'ultimo caso stava cercando di portare  via il registratore di cassa di uno degli esercizi. Al loro arrivo, i militari, nonostante la strenua resistenza opposta, hanno ammanettato il ragazzo conosciuto negli archivi delle forze dell'ordine per  diversi  precedenti, che aveva, poco prima, aggredito un 40enne del Bangladesh. Dai racconti forniti dai commercianti, è emerso che la stessa persona fermata, intorno alle 17, aveva già tentato di rubare una valigia a uno dei due, e dopo essere stato scoperto e allontanato, aveva iniziato a inveire contro gli stranieri, minacciandoli di morte. Il 27enne, accusato di rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, è stato arrestato e trattenuto in caserma in attesa dell'udienza di convalida.