Una volta che il Riesame ha messo un punto all'inchiesta, la Procura di Latina ha chiesto il giudizio immediato nei confronti dei due imputati, coinvolti nell'inchiesta sul riciclaggio di auto di lusso, tra cui Range Rover, che erano state ritrovate dalla polizia stradale di Latina nell'ambito di una mirata attività investigativa. Le accuse per i due imputati entrambi pontini,  sono quelle di riciclaggio.  Il processo  per un imputato che ha scelto il rito ordinario inizierà il prossimo 6 novembre davanti al collegio penale presieduto dal giudice Gian Luca Soana, mentre per l'altro imputato, l'iter processuale sarà diverso avendo optato per il giudizio abbreviato, un rito previsto dal codice con la riduzione di un terzo della pena alla luce degli elementi che sono stati raccolti in fase di indagini preliminari.  L'inchiesta coordinata dal pubblico ministero Giuseppe Miliano ha portato al recupero anche di diversi suv. Erano stati gli agenti della polizia stradale di Latina, coordinati dal dirigente Alfredo Magliozzi a trovare i quattro suv in un capannone gestito da alcuni stranieri. La scoperta era avvenuta ad Aprilia ed erano stati i detective coordinati dal commissario Igino Pandolfi a ritrovare i mezzi di lusso nell'autosalone per un valore molto ingente.