Alle ore 19.30 circa di ieri, un equipaggio della Squadra Volante su disposizione della Sala Operativa 113 si portava in via San Carlo da Sezze, dove veniva segnalato un cittadino extracomunitario che importunava una ragazza; giunti immediatamente sul posto gli operatori notavano il soggetto, indicato dai testimoni, che alla vista della volante provava ad allontanarsi. Il giovane veniva avvicinato dai poliziotti che gli intimavano di fermarsi e di esibire i documenti, ma lo stesso, da subito poco collaborativo, cominciava ad inveire contro gli operatori che invano provavano a calmarlo. Pertanto, visto anche il forte stato d'agitazione, gli operanti decidevano di condurlo in Questura, ma lo stesso opponeva ferma resistenza , iniziando a dimenarsi, provando più volte a colpire i poliziotti che per immobilizzarlo si vedevano costretti ad usare lo spray urticante in dotazione.

Dagli accertamenti emergeva che lo straniero , nel corso della serata, aveva provato ad avvicinarsi alla giovane vittima con l'intento di conoscerla, ma al rifiuto della stessa aveva tentato di fermarla; la giovane donna, impaurita dall'atteggiamento dell'extracomunitario, provava ad allontanarsi ma veniva seguita con insistenza dallo straniero; pertanto veniva chiesto aiuto al numero di emergenza 113.

Nella mattinata odierna , negli uffici della Questura, durante le fasi del fotosegnalamento presso gli uffici della Polizia Scientifica l'arrestato continuava ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti degli operanti, continuando ad opporre ferma resistenza, provocando anche lesioni agli operatori della Squadra Volante che si vedevano costretti a ricorrere alle cure mediche.