Era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri ed era ricercato dal 2017. Nei giorni scorsi, però, si trovava su un autobus che stava rientrando in Italia da Parigi: è qui sopra che è stato notato dai poliziotti, bloccato e condotto in carcere.

Stiamo parlando di un uomo di 33 anni, residente a Velletri e di origine tunisina: a fermarlo sono stati i poliziotti della Stradale di Susa, che martedì scorso hanno effettuato un controllo dei passeggeri che erano presenti sul bus che tornava in Italia dalla Francia.

Le verifiche sono scattate sull'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, nei pressi del casello di Avignana: i poliziotti, arrivati all'uomo, lo hanno identificato e, dalle banche dati in uso alle forze dell'ordine e di polizia, è emerso che il tunisino era ricercato da un paio d'anni.

Questo perché, come accennato poco sopra, su di lui "pendeva" un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, secondo il quale il 33enne avrebbe dovuto scontare una pena di undici mesi e 28 giorni.

Di conseguenza, l'uomo è stato accompagnato in caserma e, dopo i rilievi dattiloscopici, è stato arrestato e accompagnato nel carcere "Lorusso e Cutugno" di Torino, dove adesso espierà per intero la pena residua a suo carico.