Sono due le persone rimaste gravemente ferite nel corso dell'incendio divampato nella notte in un palazzo di via Geminiani, in zona Q5 a Latina. Una bambina di soli nove anni e la mamma sono state infatti trasportate immediatamente già ieri notte in codice rosso al Pronto Soccorso dell'Ospedale Santa Maria Goretti di Latina per avvelenamento da monossido di carbonio. Il fumo densissimo ha infatti invaso praticamente l'intero palazzo dopo che l'incendio è divampato, per cause ancora da accertare, all'interno di un box auto, allargandosi poi ai garage adiacenti. In molti tra gli inquilini sono corsi a salvare le proprie automobili finché è stato possibile. Ma la stima dei danni resta ingente.

Un enorme incendio è divampato nelle prime ore di questa notte all'interno dei garage interrati di una palazzina in via Geminiani, nel quartiere Q5, a Latina. L'allarme è scattato immediatamente ed i primi ad intervenire sono stati i poliziotti della squadra volante in servizio che, notato il pericolo, hanno iniziato a far evacuare tutti gli appartamenti. Ma l'enorme coltre di fumo  ha presto iniziato ad invadere la rampa delle scale, rendendo così impossibile il defluire degli inquilini dei piani superiori. Per loro si è reso necessario l'intervento della scala dei vigili del fuoco che, dando priorità a bambini e anziani, sta procedendo con l'evacuazione dell'intero palazzo. Oltre alla paura, c'è infatti il forte pericolo di intossicazione vista l'aria divenuta presto irrespirabile. Dalle prime testimonianze sembra che, prima dell'incendio, si siano sentite delle esplosioni. Le prime persone che hanno lasciato il palazzo erano completamente ricoperte di fuliggine dato che il fumo ha invaso immediatamente gli androni e alcuni appartamenti dei piani inferiori.  Sul posto anche il personale del 118 a supporto delle operazioni. Si registrano diverse persone intossicate, bambini trasportati per sicurezza già in ospedale, altre in trattamento sul posto con l'ossigeno.

di: La Redazione