Arrivano le demolizioni alle Salzare di Ardea.

In particolare, nella giornata di ieri, la polizia locale, agli ordini del comandante Sergio Ierace, è intervenuta insieme ai carabinieri forestali e a una ditta specializzata per dare esecuzione a un'ordinanza emessa dal sindaco Mario Savarese, attraverso la quale era stata disposta la demolizione di un fabbricato appena elevato, ossia delle mura pronte a ospitare l'ennesima costruzione abusiva in un'area vincolata e già caratterizzata da precedenti fenomeni di irregolarità edilizie.

A quanto pare, non sarebbero mancati dei momenti di tensione, ma gli agenti intervenuti - ben otto - hanno gestito la situazione e, con l'ausilio di tre mezzi meccanici, hanno messo in sicurezza l'area e hanno avviato l'abbattimento delle mura perimetrali, elevate da persone di nazionalità italiana.

«Non sarà più permessa l'edificazione abusiva in questa area già più volte oggetto di abusi che non saranno più tollerati - ha affermato il comandante Ierace -. L'impegno della polizia locale di Ardea sul territorio sarà costantemente intrapreso con il compito di affermare la legalità. Proseguiranno nei prossimi giorni i controlli nell'area e sul territorio da parte dei miei dipendenti».

Queste, invece, le parole del sindaco: «Edificazione abusive scovate e abbattute sul nascere. Si intensifica nel territorio l'azione incisiva e determinata della polizia locale sotto la guida del comandante Sergio Ierace. Un'azione preventiva che si traduce in economia per l'ente che oggi non ha risorse sufficienti per affrontare le spese necessarie ad abbattere le centinaia di immobili per i quali è già stata emessa sentenza di demolizione. A breve inizieremo a notificare le sanzioni per inottemperanza a chi continua a ignorare le leggi».