E' stato rinviato a giudizio e il processo inizierà il prossimo 22 gennaio davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Francesco Valentini.  E' quello che ha deciso ieri il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario nei confronti di un operaio di Borgo Montello, accusato di omicidio stradale per aver causato la morte di Giuliano Cecconato, 53 anni, anche lui di Borgo Montello, deceduto in un drammatico incidente stradale avvenuto il 7 dicembre del 2017 in via del Piano Rosso, una strada maledetta teatro in passato di altri incidenti stradali, alcuni gravissimi.  La vittima secondo quanto accertato era in sella ad una moto e aveva tamponato un trattore che era condotto dall'imputato, difeso in questo procedimento dall'avvocato Paolo Zeppieri.  Dopo che si erano concluse le indagini con tutti gli accertamenti del caso, ieri si è svolta l'udienza preliminare e in aula il pubblico ministero Andrea D'Angeli ha chiesto il processo per l'imputato subito dopo aver ricostruito la dinamica dei fatti alla luce degli elementi raccolti dagli agenti della polizia stradale.  Il giorno che è avvenuta la tragedia, l'imputato si sarebbe messo al volante oltre che senza il dispositivo di retroilluminazione, perché non funzionante, anche senza le luci supplementari lampeggianti o arancioni per la segnalazioni ad altri veicoli e infatti la moto condotta dalla vittima, aveva preso in pieno il mezzo che inoltre era senza targa e assicurazione. I familiari sono assistiti dall'avvocato Amleto Coronella.