Ha ottenuto gli arresti domiciliari Martina Giacomelli, 23 anni, arrestata nell'ambito dell'operazione Petrus. La ragazza ha ottenuto una misura cautelare meno afflittiva rispetto a quella del carcere. Il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario che aveva firmato il provvedimento cautelare, alla fine ha accolto la richiesta della difesa e dagli avvocati Angelo Palmieri e Domenico Oropallo, concedendo questo beneficio.  Sono state invece tutte respinte le altre richieste nei confronti degli altri indagati detenuti in carcere e sono Gennaro Amato Niko Tamburo, Stefano Venditti.  Intanto tra il 30 settembre e il 2 ottobre sono fissati i primi ricorsi davanti ai giudici del Tribunale del Riesame di Roma dove diversi indagati hanno presentato ricorso. Se l'inchiesta sotto il profilo delle esigenze cautelari si muove verso questa direzione, questa mattina invece l'indagine potrebbe anche cambiare rotta, alla luce dell'interrogatorio a cui sarà sottoposto Franco Zinni, agente della polizia penitenziaria detenuto in carcere per il reato di corruzione.