Nella giornata di ieri, personale della Squadra Mobile della Questura di Latina ha dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Latina, su richiesta della Procura della Repubblica di Latina, nei confronti di P. M. classe1998 poiché ritenuto del reato di rapina e porto abusivo d'armi.

In particolare, lo scorso 11 Settembre, il malvivente, dopo essersi introdotto all'interno di una farmacia sita in zona Q4 a Latina, impugnando un coltello che brandiva all'indirizzo di una dipendente, afferrava per un braccio un'altra dipendente lì presente ed intimava loro di aprire il registratore di cassa per impossessarsi di circa 1.500,00 euro nonché di una busta contenente scontrini bancomat.  Subito dopo il rapinatore fuggiva, con il volto travisato da una sciarpa da un cappello copri orecchie, facendo perdere le proprie tracce sotto i portici di un palazzo adiacente la farmacia.

Sulla scorta delle prime informazione assunte e l'analisi delle immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza, gli agenti della Squadra Mobile, sotto il coordinamento della Procura di Latina, riuscivano a rintracciare, nei giorni a seguire, l'odierno arrestato, il quale sottoposto a perquisizione domiciliare veniva ancora trovato in possesso degli indumenti utilizzati al momento dei fatti. Al riguardo si rappresenta che l'indagato risulta già gravato da precedenti specifici: lo stesso infatti risulta essere già stato arrestato per una rapina commessa ai danni di un supermercato e da ultimo, nello scorso mese di Luglio, per una rapina commessa ai danni di un tabacchino. L'arrestato al termine delle formalità di rito veniva associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell'AG procedente.