Gli artificieri intervenuti davanti alla caserma dei carabinieri di Cisterna hanno escluso che nell'auto parcheggiata negli stalli riservati ai militari ci fosse una bomba. Le operazioni si sono concluse poco fa e ora stanno intervenendo gli esperti della scientifica per le indagini del caso. L'allarme è scattato poco dopo le ore 20 quando un'auto è stata notata negli stalli riservati ai carabinieri proprio nei pressi della caserma. la vettura, una vecchia Y10, è risultata essere rubata. All'interno, poi, i militari hanno notato qualcosa di sospetto che ha appunto fatto scattare il protocollo di sicurezza. Per cui, evacuazione per tutti i palazzi adiacenti alla caserma e intervento degli artificieri. Il tutto per diverse ore in cui Cisterna è rimasta col fiato sospeso. Un robot degli artificieri ha dapprima raggiunto la vettura e effettuato un primo controllo, poi sono  intervenuti un artificiere e le unità cinofile. I risultati negativi hanno escluso la presenza di ordigni. L'auto è stata infine perquisita. 

Alla fine, per fortuna, si è trattato solo di un falso allarme bomba.  Le indagini ovviamente proseguono per comprendere quale sia il significato di questo gesto. Sul posto a coordinare le attività c'era il comandate provinciale dei carabinieri, colonnello Gabriele Vitagliano. 

Allarme a Cisterna, sospetta autobomba davanti alla caserma dei carabinieri. L'auto è parcheggiata nei posti riservati ai militari dell'arma. Un carabinieri avrebbe notato qualcosa di sospetto all'interno ed è scattato l'allarme bomba. Sul posto stanno arrivando gli artificieri ma per precauzione è stata disposta l'evacuazione dei residenti nei palazzi circostanti. 

di: La Redazione