E' stata rinviata ieri l'udienza a Roma del processo in Corte d'Assise d'Appello per l'omicidio del sarto Umberto Esposito, trovato morto nel marzo del 2017 nelle campagne tra Terracina e Fondi. Sul banco degli imputati ci sono Fabrizio Faiola, 36 anni di Fondi, e Georgeta Vaceanu, romena di 25 anni che devono rispondere anche del reato di sequestro di persona. Erano stati condannati in primo grado alla pena di 30 anni.
La sentenza di primo grado che era stata emessa dal gup di Latina, è stata comunicata dall'ufficio giudiziario di piazza Bruno Buozzi alla Procura generale quattro giorni fa e quindi non in tempo necessario per istituire un processo d'Appello e proprio per questo motivo alla fine è stato disposto il rinvio a metà gennaio.  I due imputati sono difesi dagli avvocati Maurizio Forte e Benedetta Orticelli per consentire in questo modo al procuratore generale Giancarlo Amato di risolvere il problema con la proposizione di un ricorso in Corte di Cassazione proprio perché il processo proviene da rito abbreviato.