Si sentono abbandonati gli inquilini dei due condomini di via Geminiani, nel quartiere Q5 Nascosa, circa venti famiglie evacuate dopo lo spaventoso incendio del 12 settembre scorso, divampato da uno dei garage interrati. «Stiamo senza casa e non sappiamo ancora per quanto tempo dobbiamo aspettare - ci ricorda uno dei residenti - I servizi sociali del Comune ci hanno offerto assistenza per i primi due giorni, ma è passato più di un mese da allora e la maggior parte di noi si sta arrangiando come può».
Le cose stanno procedendo a rilento, come capita spesso in questi casi, ma solo ieri il perito di parte ha effettuato un sopralluogo per visionare lo stato dei luoghi. Nel frattempo c'è chi ha trovato ospitalità presso familiari, ma c'è persino chi è finito in albergo, sperando che la situazione si risolvesse in tempi ragionevoli. «In Comune gli aiuti vengono erogati in base al reddito - ci ricorda ancora uno dei residenti - Ma è incredibile che si siano dimenticati di noi, visto soprattutto che le cose stanno andando per le lunghe. E non sono finite in ospedale solo la madre con la figlia piccola, molti di noi sono rimasti intossicati e hanno avuto bisogno delle cure».