Sfugge al primo inseguimento, poi gli agenti si presentano a casa sua.  La pattuglia del Distaccamento di Aprilia della Polizia stradale deve aver notato quella vettura che procedeva sulla Pontina forse proprio la targa estera. Forse l'uomo alla guida (il 41enne B.D.), alla vista dell'auto con i colori e i lampeggianti, deve aver avuto un tentennamento, fatto sta che ha continuato a procedere inizialmente tentando di non destare sospetti. Sospetti che però negli agenti diretti dal comandante Massimiliano Corradini oramai erano stati destati tanto che la pattuglia ha deciso di seguire l'auto con l'intento di fermarla. A quel punto l'uomo ha tentato di fuggire per poi fermarsi improvvisamente abbandonando la Toyota Rav4 e si è lanciato nei campi riuscendo a far perdere le proprie tracce. Sono scattati gli accertamenti e le indagini. L'auto, con targa svizzera, aveva il telaio "ribattuto" ed era stata rubata a Teramo, e i documenti trovati erano appartenenti ad una vettura di un altro stato Europeo.

L'uomo risultava colpito da un ordine di carcerazione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, emesso dalla procura della repubblica presso il tribunale di Velletri nel mese di agosto 2019, periodo questo in cui si e' reso irreperibile. L'operazione di polizia  è nata da un controllo effettuato dalla pattuglia sulla 148 Pontina nei pressi dello svincolo di via Fossignano il giorno antecedente. Pattuglia della stradale impegnati nel controllo alla viabilita' avevano cercato di bloccare una autovettura toyota rav 4 con targa austriaca, il cui conducente dopo aver tentato di seminare la pattuglia di polizia stradale, abbandonava il veicolo attraversando pericolosamente l'arteria stradale facendo perdere le proprie tracce. Le immediate attivita' info investigative poste in essere dal personale del distaccamento di polizia stradale di aprilia, sortivano esito positivo in quanto permettevano di individuare il luogo in cui si era rifugiato il giovane che si era dato alla fuga dopo aver abbandonato il suv della toyota e, quindi di bloccarlo il mattino successivo. Le ulteriori attivita' investigative permettevano di acclarare che la toyota rav 4 di cui era stato abilmente contraffatto il numero di telaio risultava rubata nella provincia di teramo mentre le targhe e i documenti di circolazione risultavano rubati in uno stato estero della comunita' europea. Al termine delle formalita' di rito il cittadino albanese veniva tradotto presso la casa circondariale di latina per l'espiazione della pena mentre veniva denunciato in stato di liberta' per il reato di ricettazione, riciclaggio in concorso con il cittadino tunisino t.n.b.a classe 1966 pluripregiudicato domiciliato ad aprilia. Quest'ultimo dovra' rispondere anche del reato di favoreggiamento personale per aver favorito la latitanza del cittadino albanese b.e. Classe 1978. Ancora una volta grazie al minuzioso e capillare controllo del territorio operato costantemente dalle donne e gli uomini del distaccamento di polizia stradale di Aprilia riescono a contrastare traffici illeciti di veicoli di alta gamma.