È stato sgomberato questa mattina, dagli agenti della Polizia di Stato - Questura di Latina, un immobile in via Plutone 7, oggetto di confisca nei confronti di Carmine Ciarelli, esponente di spicco dell'omonimo gruppo criminale del capoluogo pontino, giusto provvedimento ex art. 2 ter L. 31.05.1965 n. 575 emesso dall'Agenzia Nazionale per l'Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata.

Il bene confiscato rientra nell'operazione di polizia giudiziaria eseguita ad aprile del 2010 dalla Divisione Polizia Anticrimine, in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Latina e con l'ausilio del Servizio Centrale Operativo di Roma, che  aveva consentito il sequestro di  tutti i beni mobili e immobili  riconducibili alla famiglia Ciarelli e, successivamente, la confisca dell'intero patrimonio per un valore complessivo di 6 milioni di Euro circa. Si tratta del terzo immobile confiscato ai Ciarelli e sgomberato nell'ultimo mese dopo quelli di via Andromeda 15 e 16.

A tale risultato si è giunti a seguito delle attività sinergiche tra la Questura di Latina, l'Agenzia Nazionale per l'Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata e la Prefettura di Latina. Tale attività, finalizzata al ripristino della legalità rientra in un più ampio progetto di affidamento ad Enti istituzionali di beni appartenenti alla criminalità organizzata.