È stato denunciato per detenzione abusiva di armi, la terza volta negli ultimi cinque anni, un 43enne di Maenza.

A mettere a segno l'operazione sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Terracina. I militari del Norm, che fanno capo al comandante di Compagnia, capitano Francesco Vivona, sono intervenuti in territorio maentino sorprendendo l'uomo all'interno del suo domicilio in possesso, appunto ingiustificato visto il ritiro dei titoli con tanto di decreto di diniego della Questura di Latina, come risultanza delle operazioni degli anni precedenti, di 35 cartucce da caccia a pallini che sono state ovviamente messe sotto sequestro.

Addirittura i carabinieri operanti, visto la recidività ripetuta del soggetto nel medesimo reato, hanno richiesto a suo carico, presso la Procura della Repubblica, anche il regime di arresti domiciliari.

Su questo, però, sarà l'autorità giudiziaria competente a valutare e a prendere una decisione.