La vicenda legata al decreto ingiuntivo di una ditta nei confronti del Comune di Lariano finirà al Consiglio di Stato. La Giunta guidata dal sindaco Maurizio Caliciotti, infatti, ha deciso di impugnare la sentenza con cui il Tar ha respinto un primo ricorso, confermando il decreto ingiuntivo attraverso cui si prevede che l'ente versi nelle casse della società di Roma la cifra di 147.500 euro, ossia l'importo previsto da una determina dirigenziale del 2015 attraverso la quale veniva riconosciuto alla ditta che gestisce il cimitero comunale un aumento del contributo annuale originariamente previsto dalla convenzione entrata in vigore nel 2006 e relativo all'anno 2016.

Questo nuovo ricorso, si legge nella delibera, è arrivato in quanto «tutti i tentativi per giungere a una composizione della lite con la ditta hanno avuto esito negativo». A difendere il Comune saranno gli avvocati di uno studio legale di Roma.