A distanza di sette anni, ieri pomeriggio è arrivata la sentenza di condanna per un 47enne di Latina , fino a qualche anno fa considerato il re degli amministratori di condominio a Latina. Era accusato di una appropriazione indebita accertata di circa 60mila euro. L'imputato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione,  era considerato tra gli amministratori di condominio più in vista e conosciuti nel capoluogo. I fatti contestati sono avvenuti tra l'ottobre del 2011 e il novembre del 2012 e gestiva di fatto 120 condomini, mezza Latina.  Alla fine è emerso che moltissimi condomini a causa delle condotte dell'uomo  - secondo quanto ipotizzato - si sono trovati con dei debiti contratti con le aziende di manutenzione e delle pulizie. E inoltre anche chi aveva versato le quote ed era stato sempre puntuale nei pagamenti, ha dovuto pagare una seconda volta per l'appropriazione. Le parti civili, tra cui due condomini compreso il Centro Lestrella.