Se in un primo momento si era pensato ad un arrivo del commissario per l'Ordine degli Avvocati in tempi strettissimi, in realtà ci vorrà probabilmente la fine del mese per conoscere il nome del traghettatore che accompagnerà per una manciata di mesi gli avvocati del Foro di Latina verso nuove elezioni. Quasi di sicuro sarà un professionista con un'esperienza maturata in qualche altro Consiglio dell'Ordine, proprio per mettere che la macchina non si inceppi.  Il caso che era scoppiato lo scorso 30 ottobre con le dimissioni di undici consiglieri su 15 dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati per la crisi istituzionale che era scoppiata con il presidente del Tribunale Caterina Chiaravalloti, ha portato allo scioglimento e di conseguenza sarà il Ministero della giustizia a nominare un commissario. Così come ci vorranno le prossime settimane, anche in questo caso probabilmente la fine del mese per conoscere l'esito del reclamo presentato in merito invece alle elezioni del gennaio scorso da parte di alcuni avvocati in merito alla vicenda del terzo mandato: un nodo che era finito al centro anche di diverse polemiche