Era stato arrestato lo scorso 22 ottobre il giovane di Latina protagonista di un folle inseguimento in auto che si è concluso con lo schianto della sua Fiat Punto contro un muretto. Il ragazzo trovato in possesso di un revolver calibro 7,65  con matricola alterata nascosta in un pouf della camera da letto e di provenienza illecita e poi anche di cocaina. Il giudice al termine dell'interrogatorio  lo aveva rimesso in libertà e il ragazzo che aveva spiegato che la droga era per uso personale e che aveva un'arma per paura,  aveva ottenuto come forma restrittiva gli obblighi di firma. L'altra notte alla guida dell'auto ha seminato il panico una volta che ha visto l'auto dei carabinieri e ha messo in pericolo anche l'incolumità degli altri automobilisti fino a quando non è avvenuto l'incidente.