In aula il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a tre anni di reclusione, alla fine dopo la camera di consiglio il giudice del Tribunale di Latina ha condannato un giovane di 23 anni,  alla pena di due anni e dieci mesi e 22mila euro di multa dopo che nel febbraio scorso era statoi trovato in possesso di 74 grammi di cocaina e 11 di hascisc. L'imputato ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato e alla fine dopo che in aula si è svolta la discussione è arrivata la sentenza. Il giovane si trova detenuto agli arresti domiciliari.
L'operazione era stata condotta dai carabinieri el Nucleo Investigativo di Latina e gli uomini dell'Arma che si erano appostati in abiti civili a poca distanza dall'abitazione del giovane lo avevano fermato con un grammo di hascisc in un pacchetto di sigarette, nel corso di un controllo più approfondito a casa, erano spuntate 213 dosi di cocaina e poi anche sostanza da taglio di tipo mannite e materiale per il confezionamento delle dosi oltre a 2mila euro