Nuova udienza oggi in Tribunale a Latina di una insegnante imputata nel processo davanti al giudice Beatrice Bernabei per le maestre violente della scuola di piazza Dante. L'educatrice la cui posizione è marginale e che deve rispondere dell'accusa di abuso dei mezzi di correzione, era stata indagata a piede libero dal pm Simona Gentile. In aula ha deposto un investigatore della Squadra Mobile che si era occupato delle indagini e ha spiegato l'origine dell'inchiesta, nata dopo la denuncia nell'ottobre del 2015 di alcuni genitori che avevano riferito di aver visto nei figli, dei bambini tra i 3 e i 5 anni dei comportamenti diversi dal solito. Il processo riprenderà il prossimo 16 gennaio quando sarà ascoltato il padre di un bambino e quando saranno visionati i filmati di alcune telecamere che erano state posizionate dai detective della Questura nel corso delle indagini.   In Corte d'Appello intanto si celebrerà ad aprile il processo per le altre insegnanti il cui iter processuale è stato diverso e che erano state colpite anche da una misura restrittiva e che erano state condannate a pene tra i due anni e un anno e otto mesi di reclusione.