L'ha puntata, come una preda, l'ha avvicinata con una scusa, forse la richiesta di una indicazione stradale, poi ha allungato le mani per palpeggiarla sul sedere. Ha 31 anni l'uomo, M.M. residente ad Aprilia, accusato di violenza sessuale ai danni di una ragazzina di appena 15 anni che questa mattina è comparso difeso dagli avvocati Valentina Bevilacqua e Luigi Russo davanti al giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Cario. L'imputato ha chiesto per tramite dei legali, l'applicazione di una pena concordata con la pubblica accusa: un anno e sei mesi di reclusione. Al termine dell'udienza, valutati gli elementi di prova e ritenuta la lieve entità degli addebiti, il Gup ha deciso di avallare questo patteggiamento.