Momenti di grande commozione al processo a porte chiuse sulla morte di Desire'e Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita il 19 ottobre del 2018 all'interno di uno stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo, a Roma. Sono infatti stati ascoltati nell'udienza di oggi la mamma della giovane, Barbara, le zie Serena e Michela e la nonna Patrizia. Le donne hanno ricostruito quanto accaduto nelle giornate che hanno preceduto la morte della 16enne. Gli imputati del processo, accusati a vario titolo di omicidio a vario titolo di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di droga a minori., sono Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe.