Saranno i risultati dell'autopsia sul corpo di Leonello Antonetti a stabilire le cause della morte dell'uomo ritrovato cadavere in una cunetta di via dei Cinque Archi, a Velletri.
Stante l'impossibilità di definire con certezza, alla vista del corpo senza vita, i motivi del decesso del 56enne veliterno, il sostituto procuratore Giuseppe Travaglini ha disposto l'esecuzione dell'esame necroscopico sulla salma, disponendo il trasporto di quest'ultima all'obitorio dell'ospedale di Tor Vergata, a Roma.
Grazie a questo accertamento specialistico, i carabinieri della Compagnia di Velletri - cui sono state affidate le indagini di rito, ndr - potranno avere un quadro più chiaro della situazione e definire con...

Il cadavere di un uomo di 56 anni è stato ritrovato questa mattina in una cunetta di via dei Cinque Archi, a Velletri.

In particolare, intorno alle 10 di oggi, 27 gennaio 2020, i familiari dell'uomo, non vedendolo rientrare dalla serata precedente, si sono recati in strada e lo hanno trovato al chilometro 6 della Provinciale Velletri-Nettuno privo di vita, a 700 metri circa da casa.

Immediata la chiamata ai soccorsi, giunti sul posto con una volante della polizia e le pattuglie dei carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Velletri e della locale Stazione.

Sono stati loro, coordinati dal sostituto procuratore Giuseppe Travaglini, a condurre le indagini. Al momento, seppure nessuna ipotesi venga esclusa, sembra che l'uomo possa essere stato investito da un'auto pirata, col conducente che non lo ha soccorso. Quel tratto di strada, durante la notte, è piuttosto pericoloso in quanto non ci sono luci, né tantomeno marciapiedi.

Il corpo dell'uomo, che vive con il fratello maggiore e svolge piccoli lavori, è stato trasportato all'ospedale di Tor Vergata, a Roma, dove sarà effettuata l'autopsia che consentirà di stabilire l'esatta causa della morte.

di: Francesco Marzoli