Un rapinatore seriale di 41 anni è stato arrestato dopo mesi di indagini dai carabinieri: l'uomo viveva a Pomezia e aveva messo a segno i colpi alla fine del 2019.

E' questo, in sintesi, quanto avvenuto nelle scorse ore tra Acilia e Pomezia, con un 41enne finito in carcere per una serie di rapine messe a segno alla periferia di Roma fra ottobre e novembre dell'anno scorso.

Si tratta almeno di sei rapine a mano armata, di cui quattro in alcune farmacie e due in dei negozi.

L'indagine, che si è protratta per alcuni mesi mediante l'escussione di numerosi testimoni e l'analisi delle immagini dei circuiti di videosorveglianza, ha consentito, anche grazie all'incrocio con ulteriori risultanze investigative acquisite, di individuare l'uomo.

In particolare, il 41enne di Pomezia minacciava le vittime con una pistola e, talvolta, aggrediva fisicamente i commercianti. Modalità esecutive, queste, che avevano impaurito - e non poco - i negozianti di Acilia.

L'uomo, dunque, che già era detenuto a Regine Coeli per altri reati, ora dovrà rispondere anche dell'ipotesi di rapina.