Sopralluogo, ieri mattina (5 febbraio 2020), all'interno di un impianto di produzione di biogas che si trova in una azienda del territorio di Ardea.

In particolare, gli agenti della polizia locale ardeatina - agli ordini del comandante Sergio Ierace - sono intervenuti insieme ai funzionari della Asl e del servizio veterinario per verificare l'ottemperanza a un'ordinanza firmata dal sindaco Mario Savarese lo scorso 7 novembre 2019, attraverso cui era stato imposto lo stop all'impianto di produzione di biogas.

La chiusura arrivò a causa di diverse problematiche emerse in un primo sopralluogo eseguito da vigili urbani e Asl: tra queste c'erano crepe e diverse ostruzioni delle grate di raccolta delle acque, ma anche inadeguatezza delle modalità adottate nella manutenzione e gestione dell'impianto trovato peraltro privo di documentazione che ne certificasse la rispondenza legislativa alle norme attualmente vigenti.

Dall'ultimo sopralluogo, invece, è emerso che l'impianto non sarebbe stato completamente regolarizzato come richiesto. Molte prescrizioni, infatti, riguardavano una serie di autorizzazioni tecniche e tra i 17 punti riportati nell'ordinanza, si chiedeva di fornire una documentazione tecnica e dettagliata "sull'attuale ciclo produttivo e le autorizzazioni ambientali come già evidenziato da Arpa Lazio, sui sistemi di contenimento e abbattimento delle emissioni odorigene assicurando il rispetto delle norme di sicurezza ed igienico sanitarie, sulla definizione del piano di approvvigionamento e tracciabilità delle biomasse per la registrazione dei materiali in entrata e in uscita conferiti al digestore e infine sulla perfetta efficienza delle griglie di captazione dei liquidi di percolazione, trovate in parte ostruite a novembre".

Ora l'esito del sopralluogo sarà inviato tramite l'avvocato del Comune di Ardea al Tar del Lazio, in quanto la società ha fatto ricorso per chiedere l'annullamento dell'ordinanza. Il Tar, proprio per questo, ha chiesto ulteriori approfondimenti che dovrà ricevere entro lunedì prossimo.