L'antica città di Artena sfregiata dai vandali. Resti archeologici distrutti, un atto gravissimo.

E' quanto hanno scoperto i visitatori dell'area archeologica di Artena, provenienti da Aprilia, che ieri mattina sono giunti a Piana della Civita.

Silvia Carocci, consigliere comunale di opposizione di "Artena Cambia" ha condannato con durezza quanto accaduto: «Artena è così, un continuo giro sulle montagne russe. Un giorno scopri di un uomo che dedica il suo tempo libero a pulire il centro storico. Il giorno dopo vieni a sapere di vandali che distruggono il sito archeologico, ristrutturato con soldi pubblici qualche anno fa. La storia non si ripete mai identica ma il passato è dentro di noi ed è con le esperienze, le conquiste ed anche le ferite, che il nostro patrimonio culturale si arricchisce. Ognuno di noi ha il dovere di difendere e tutelare un pezzo di patrimonio pubblico perché è qualcosa che appartiene a tutti noi. Perché è qualcosa che è appartenuto ai nostri nonni e domani apparterrà ai nostri nipoti. Quindi oggi mi sento dispiaciuta e ferita perché gli atti vandalici a Piana Civita ci ricordano che non abbiamo fatto ancora abbastanza per difendere le nostre radici ed il nostro futuro, ciascuno nel proprio piccolo e le istituzioni in grande».