C'è grande attesa, a Formia come in tutta la provincia di Latina, per il bollettino medico che l'ospedale "Spallanzani" di Roma diffonderà a mezzogiorno per rendere note le condizioni di salute dello studente 24enne e degli altri cittadini sottoposti ai test per verificare se siano affetti o meno dal Coronavirus.

Il ragazzo formiano, infatti, è ricoverato da oltre 30 ore nell'Istituto romano ed è stato sottoposto a tutti i test di rito per la verifica della presenza del virus. Al momento, i primi sono stati negativi.

Il ricovero si è reso necessario per i sintomi febbrili accusati dal ragazzo: lo studente, infatti, era rientrato dalla Cina quindici giorni fa. Studia a Shanghai ed era tornato per passare dei giorni in famiglia.

Risultano negativi i primi test effettuati all'ospedale "Spallanzani" di Roma per verificare se il giovane di Formia rientrato 14 giorni fa dalla Cina abbia contratto o meno il Coronavirus.

Dopo il trasporto con l'ambulanza avvenuto la notte scorsa in tutta sicurezza dalla città del Golfo fino alla Capitale, i medici dell'Istituto specializzato nella cura di malattie infettive hanno eseguito i test di rito sullo studente 24enne che fino a due settimane fa era Shanghai. I primi riscontri hanno dato esito negativo, rassicurando sullo stato di salute del ragazzo. Nelle prossime ore, però, saranno diffusi i risultati di altri test che dovranno scongiurare qualsiasi ipotesi di contagio.

Al momento, a Formia la situazione è sotto controllo: il sindaco Paola Villa è costantemente aggiornata sulla situazione e ha ribadito come al momento non sia il caso di lanciare allarmismi.

di: Francesco Marzoli

Allarme Coronavirus in provincia di Latina: un giovane di Formia è stato ricoverato allo Spallanzani di Roma per degli accertamenti. Era tornato 14 giorni fa da Shanghai.

Ieri sera, infatti, un'ambulanza del 118 ha trasferito all'ospedale specializzato della Capitale un 24enne formiano, tornato due settimane fa dalla Cina, dove studia, per trascorrere del tempo in famiglia.

Al momento, non ci sono conferme sul suo possibile contagio: infatti, come prevedono le procedure, in caso di minimo sospetto si attiva la task force che prevede misure massime di sicurezza al fine di effettuare degli accertamenti.

Anche il sindaco della città, Paola Villa, è in attesa di notizie ufficiali per adottare eventuali misure.

di: Francesco Marzoli