Una coda polemica di sfottò sessisti e di pessimo gusto "avvelena" il finale della partita di calcio a 5 tra United Aprilia e Terracina. Nello scorso weekend si è giocato il match terminato con la vittoria del Terracina Calcio a 5, che ha però ecceduto nelle esultanze del post partita. Il capitano della squadra di calcio a 5 del Terracina, nelle stories, ha infatti condiviso un post che ha indignato non solo gli avversari ma tutta la comunità di Aprilia.

Al punto da provocare la dura reazione dell'assessore allo Sport, Luana Caporaso, che con un post su facebook ha condannato l'episodio. "L'immagine condivisa nelle stories da parte del capitano della squadra di calcio a 5 di Terracina non è semplicemente un messaggio di pessimo gusto. È un'immagine - afferma Caporaso - che offende la città di Aprilia e tutte le donne. Ma soprattutto è la dimostrazione di una pessima cultura sportiva. Perché non c'è niente di più fuori luogo nello sport di un atleta che quando vince, offende i suoi avversari. Speravo che il giocatore e anche il Terracina Calcio a 5 facessero un passo indietro e chiedessero scusa per quel messaggio inqualificabile. Invece dal giorno della partita ad oggi solo silenzio. Mi auguro che la Procura federale intervenga per difendere innanzitutto lo sport, l'agonismo e il divertimento che accomuna appassionati ed atleti del calcio a 5, ad Aprilia e non solo".