Vanno a trovare il figlio ricoverato all'ospedale e al loro rientro trovano la loro abitazione svaligiata. Il fatto è accaduto venerdì pomeriggio nella frazione di Cerciabella. La villa è stata derubata alle 18, da una banda formata da diverse persone, visti gli ingenti danni che hanno arrecato all'immobile. I ladri hanno prima provato a sfondare uno degli infissi del retro, ma la resistenza della persiana blindata non permesso l'accesso. Così la banda non ha desistito, ed ha deciso di passare per gli ingressi principali, due portoni blindati, parzialmente smurati e scardinati a colpi di paranco, con l'ausilio di un grosso piede di porco. Una volta dentro, hanno messo a soqquadro tutte stanze, sia del piano terra che del seminterrato. La banda ha trovato la cassetta di sicurezza blindata delle armi dietro ad una porta, cassetta che ha retto in parte all'urto dell'azione dei malviventi. Lo sportello è stato piegato, ma non divelto. La piccola fessura però ha permesso di sfilare una revolver. Salvi invece i due fucili. Armi tutte regolarmente denunciate.