Due giovanissimi sono finiti nei guai con l'accusa di estorsione in concorso. I presunti autori, uno maggiorenne e l'altro ancora minorenne, entrambe originari del Comune di Minturno, sono stati colti in flagranza di reato dai carabinieri. L'operazione di arresto è stata eseguita nel corso della mattinata di ieri, quando i militari della stazione carabinieri della compagnia di Formia, hanno fatto scattare le manette nella flagranza del reato di estorsione in concorso per un 19enne residente in Minturno e, denunciato in stato di libertà per lo stesso reato, un 17enne sempre residente nel Comune di Minturno.
L'arresto è la conclusione di un'attività di indagine che ha avuto origine dalla denuncia sporta il giorno antecedente l'arresto, ovvero mercoledì scorso, quando presso gli uffici della stazione carabinieri di Formia, si recavano due giovani: un 20enne di Itri e da un 19enne di Formia. I due amici hanno raccontato che il 19enne di Minturno, dall'ottobre del 2018 a tutt'oggi, li costringeva a consegnargli, in più tranches, varie somme di danaro per un totale di 100 mila euro, da investire in affari non meglio indicati. Denaro che di volta in volta veniva promesso in restituzione comprensivo di interessi. Di fatto tali somme non solo non venivano restituite ai due malcapitati, ma anzi il giovane, attraverso atti di minaccia e violenza, reiterava le richieste di denaro.