Era stato coinvolto in un incidente stradale senza gravi conseguenze, avvenuto a Latina nel 2018. E quando le forze dell'ordine avevano rilevato l'incidente, era stato accompagnato in ospedale per essere sottoposto all'alcol test, da cui è emerso che guidava sotto l'effetto dell'alcol. La comunicazione che poteva essere assistito da un avvocato gli era arrivata, da parte degli operatori che erano intervenuti per rilevare la dinamica ed eseguire tutti gli accertamenti, con un certo ritardo: 12 giorni dopo.

Alla fine proprio questo elemento ha permesso al legale dell'uomo, l'avvocato Luigi Imperia, di puntare sull'assoluzione per il proprio assistito, un 51enne di Latina che lavora come impiegato. Il legale dell'uomo, infatti, aveva portato in aula una sentenza della quarta sezione della Corte di Cassazione relativa alla legittimità del provvedimento che in questo caso riguardava la comunicazione di assistenza legale. Una prospettazione che alla fine si è rivelata decisiva ed è stata pienamente accolta prima dal pubblico ministero Claudio De Lazzaro e a seguire dal giudice del Tribunale Pierpaolo Bortone e così il 51enne è uscito definitivamente di scena da questa vicenda.