La scena del crimine è stata ricostruita in 3D. Ieri il consulente del gip ha consegnato al giudice del Tribunale di Latina Giorgia Castriota le conclusioni relative alla perizia balistica sul tentato omicidio avvenuto in via del Saraceno a Latina lo scorso giugno, quando Giovanni Cambria aveva ferito a colpi di pistola un 48enne di Latina alla guida di una Jeep Renegade.

L'incidente probatorio per cristallizzare una prova da portare al dibattimento ha puntato sulla ricostruzione di quello che è avvenuto quella sera, al termine di una lite tra l'indagato e la parte offesa per un motivo di natura passionale, a quanto pare per gelosia. Sono almeno quattro i colpi di arma da fuoco che secondo gli investigatori della Squadra Mobile, sono stati esplosi da Cambria all'indirizzo del conducente del veicolo. Il prossimo 9 marzo è prevista l'udienza in Tribunale nelle forme dell'incidente proabatorio che certamente metterà un punto nell'inchiesta coordinata dal pubblico ministero Andrea D'Angeli.