Ricettazione: è questa l'accusa con cui un 28enne di Cisterna - A.C. le sue iniziali -, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato dal personale della Polizia di Stato di Cisterna.  Il giovane, sottoposto alla misura di prevenzione ed oggetto di controlli a Cisterna da parte della Polizia di Stato, aveva da qualche tempo spostato le sue azioni criminose su Roma, in particolare nelle zone della stazione Termini e dell'Università.

Proprio durante uno di questi viaggi, ha smarrito in treno il proprio portafogli. Lo stesso ed il suo contenuto è stato ritrovato dal personale delle Ferrovie dello Stato ed immediatamente consegnato agli agenti del Commissariato impegnati nei controlli presso la stazione ferroviaria di Cisterna. Gli agenti del Commissariato hanno immediatamente riconosciuto dai documenti il giovane e da un attento controllo del contenuto del portafoglio hanno rinvenuto nel suo interno carte, documenti ed effetti personali intestati ad una giovane donna.
Un riscontro in banca dati ha permesso di appurare che i documenti sono stati oggetto di furto perpetrato pochi giorni prima presso la Città Universitaria ai danni di una studentessa fuori sede della Sapienza.
Al noto pregiudicato, convocato in Commissariato per la restituzione dei documenti persi, gli agenti hanno chiesto di controllare l'intero contenuto del portafogli scoprendo così i documenti e le carte dell'ignara studentessa. Per tale ragione A.C. è stato denunciato all'A.G. per Ricettazione.