Niente isolamento nella casa "delle vacanze". Il Comune di San Felice Circeo, anche alla luce dell'assalto di turisti registrato lo scorso weekend, con un avviso ha chiarito che «tutte le persone che non risiedono e/o dimorano stabilmente» sul territorio e che non avrebbero potuto raggiungerlo nelle ultime ore «dovranno necessariamente tornare nei luoghi di dimora abituale».

Un'ulteriore precisazione a quanto già disposto dai decreti del presidente del Consiglio dei Ministri, che consentono spostamenti solamente per comprovati motivi legati a esigenze lavorative, di salute o situazioni di necessità.