Ora è pandemia. A dirlo è il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità - l'Oms - Tedros Adhanom Ghebreyesus, in una conferenza stampa che si è conclusa poco fa a Ginevra per fare il punto sul Coronavirus.  "L'Oms ha valutato che Covid-19 può essere caratterizzata come una pandemia - ha dichiarato il direttore, come riportato da AdnKronos -Non abbiamo mai visto una pandemia di un coronavirus, questa è la prima. Ma non abbiamo mai visto nemmeno una pandemia che può, allo stesso tempo, essere controllata Nelle ultime due settimane, il numero di casi al di fuori della Cina è aumentato di 13 volte e il numero dei paesi contagiati è triplicato. Ci sono più di 118.000 casi in 114 paesi e 2191 persone sono decedute. In migliaia stanno lottando per la vita negli ospedali. Nei giorni e nelle settimane davanti a noi, ci aspettiamo un ulteriore aumento di casi, di decessi e di paesi coinvolti", ha detto ancora. "Siamo profondamente preoccupati dai livelli allarmante di diffusione e di gravità e dagli allarmanti livelli di mancanza di azione".

Inoltre, "il termine pandemia non va usato con superficialit. E' un termine che, se utilizzato in maniera errata, può provocare panico non ragionevole o l'ingiustificata rassegnazione come se la lotta fosse terminata, provocando sofferenze e morti evitabili. Siamo grati per le misure che vengono adottate in Iran, Italia e Corea per rallentare il virus e contenere le epidemie. Sappiamo che queste misure hanno un impatto pesante sulla società e sulle economie, come è accaduto in Cina".